Val Rosandra: clamoroso a San Dorligo, le prove dell’esistenza degli alieni dietro il top secret del Comune sugli atti dell’operazione della protezione civile.

Il sorprendente TOP SECRET messo dal Sindaco di San Dorligo alla documentazione sull’operazione della Protezione civile ha stupito un’opinione pubblica abituata a sentire spesso, specialmente da sinistra, parole come partecipazione e trasparenza. Parole però in questa occasione smentite da una chiusura che in realtà nasconderebbe ben altri segreti, la cui ricaduta avrebbe dei risvolti per l’intera umanità. Una gola profonda del Municipio di San Dorligo, incontrata nel parcheggio per camionisti di Rabuiese ci ha rivelato nomi, date e foto esclusive che pubblichiamo. Una serie di testimonianze senza precedenti che testimonierebbero la comparsa degli Ufo a San Dorligo della Valle avvenuta nel lontano 4 agosto del 1972. L’incartamento è confuso ma riferisce di una vera battaglia spaziale all’alba di quel giorno nel cielo di Bagnoli, conclusasi con l’abbattimento di un’astronave aliena (foto) poi caduta rovinosamente sul Terminal Petroli SIOT di Dolina. La disinformazione attuata dai servizi segreti deviati del Comune di San Dorligo, in collaborazione con elementi dell’Udba (polizia politica yugoslava), hanno poi messo in scena per i media la rappresentazione dell’attentato compiuto dai terroristi palestinesi di Settembre Nero. In realtà da allora nell’area bunker costruita sotto la palestra comunale, presso il centro sportivo “S.Klabjan”,  sarebbero custoditi i resti dei corpi di almeno due extraterrestri (ribattezzati simpaticamente dal custode dell’edificio Pino e Mirko), mentre parte dell’Ufo sarebbe stato sepolto, un po’ alla cazzo di cane, nell’alveo del fiume Rosandra. E proprio l’intervento della Protezione civile di due settimane fa avrebbe fatto emergere la più sorprendente delle verità. Da qui la secretazione e i no comment del Palazzo comunale, anche a distanza di tanti anni dai fatti. Troppe infatti le connivenze e le complicità, anche internazionali, dietro ad uno scandalo che solo ora ha trovato luce agli occhi del mondo intero.
Qui di seguito pubblichiamo alcuni documenti classificati SEGRETO DI STATO: in particolare vi facciamo vedere la foto originale in bianco e nero dell’incendio dei serbatoi della Siot nel 1972 ed anche uno scatto aereo, più recente, che dimostra in maniera inequivocabile come i serbatoi di petrolio siano in realtà delle basi di lancio intergalattiche.  (Anche l’Italia ha quindi la sua AREA 51).

 E NON FINISCE QUA: clicca  qui ….

About these ads

I commenti sono chiusi.