La Provincia di Trieste abbandona nel degrado il monumento all’esodo: la dignità degli esuli sommersa dalle erbacce….. e il RICORDO diventa un’ OFFESA.

QUANDO IL RICORDO DIVENTA UN’ OFFESA:

Il Sindaco Cosolini l’aveva definita inutile (la Provincia di Ts), trovandoci d’accordo. Ma più passa il tempo e più, oltre alla sua sostanziale inutilità, si associa anche un’incapacità di gestire le poche e semplici cose che fanno capo a questo microbico ente. Pensiamo ad esempio al taglio dell’erba, un’operazione che non dovrebbe presentare particolari complessità e che invece per l’inutile Provincia Triestina diventa impossibile. Basta guardare alle condizioni in cui viene lasciato il monumento dedicato all’esodo istriano e dalmato sito in quel di Rabuiese e ridotto ad un campo di patate, con buona pace della dignità che il luogo invece meriterebbe.
Sono convinta che tra i compiti di chi è chiamato a governare una comunità – disse la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat in occasione dell’inaugurazione – c’è anche il dovere di ricordare la storia, la cultura, i valori collettivi nei quali la società si riconosce…” ; ma soprattutto – aggiungiamo noi – ci sarebbe anche il dovere, meno aulico, ma non per questo meno importante, di mantenere il decoro dell’opera, perché altrimenti il “ricordo” diventa – come in questo caso – un’offesa…
 
 
(articolo di Marco VISITA – redazione bollettino ts)
About these ads

I commenti sono chiusi.