Musica abbassata alle 22 e silenzio totale alle 23: l’estate di Trieste che diventa un ospizio. Gli esercenti di Sistiana ringraziano.

Va in onda l’estate con il silenziatore. Trieste può dormire, già dopo le 22 quando il volume della musica nei locali dovrà essere abbassato. Non si deve fare rumore nella Casa di riposo. I proprietari dei locali, già accoppati dalle tasse, dall’Imu e dalla crisi, possono impiccarsi. Le nuove regole del Comune dirotteranno a Sistiana gli incassi che gli esercenti triestini non faranno più. Bye Bye movida. Bye bye allegria. Bye bye gioventù, anche quella di chi si sente giovane dentro e di andare a dormire con le galline non ne vuole sapere, perché di tempo per coricarsi ce ne sarà sempre nel futuro. Non sappiamo che città abbia in testa chi governa il Comune. Di certo non una città viva, non una città giovane, non una città allegra. Non ci sono dubbi: è proprio la Trieste che cambia…
Ps. Ecco il link all’articolo de Il Piccolo sulla tematica in questione http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2012/06/09/news/locali-estate-in-musica-ma-solo-fino-alle-23-1.5224247

(articolo di Marta BARZOTTO – redazione bollettino ts)

About these ads

I commenti sono chiusi.