Nuovi Dordoli crescono: il cons. regionale Paolo Ciani del FLI finisce su Repubblica per aver offeso Balotelli.

L’avevamo lasciato che voleva far fare le primarie a Tondo per le prossime elezioni regionali (link). Una genialata finalizzata a dare visibilità a quella nanoparticella che oggi è il Fli, suo partito di appartenenza. Ieri però ha superato sé stesso, sparando una cazzata in stile Dordolo (link) talmente ampia da finire ripreso sul sito di Repubblica (link). Il Consigliere regionale Paolo Ciani, perché è di lui che stiamo parlando, se l’è presa con Mario Balotelli, definendolo “pagliaccio” e riportando un’immagine che ritrae il fuoriclasse azzurro in un campo agricolo, stile West Virginia quando gli schiavi raccoglievano il cotone. L’accusa, pesante, è quella di razzismo e la cosa, per un esponente del partito di quel Fini che sulla materia dell’immigrazione è andato quasi oltre alla sinistra, suona come una beffa. Oltre al razzismo ci sarebbe poi la discutibile interpretazione del calcio, che nonostante tutto genera ancora entusiasmo proprio perché esistono talenti come Balotelli, che non vincerà mai il premio Nobel per la letteratura, ma intanto con i suoi gol fa vincere l’Italia. Il che, Ciani permettendo, per noi non è poco.

per altri approfondimenti su FLI e dintorni clicca “CASA GIANFLI” nel menù rubriche che trovi nella colonna a destra

 

(articolo di Tom Bhyn – redaz bollettino ts)

About these ads

I commenti sono chiusi.