Manifestazioni estive a rischio. Dopo la gara per i palchi andata deserta si passa al “fai da te”. Corsa contro il tempo per rimediare, ma quanto ci costerà in più?

Una gara andata deserta per una rassegna, quella di Trieste Estate, che dovrebbe iniziare fra pochi giorni non fa notizia, in questa strana nostra città, eppure l’intoppo starebbe generando non poche fibrillazioni nella macchina comunale, tant’è vero che sarebbero in corso d’opera frenetici contatti con i service locali per tentare di rimediare al fine di non dover clamorosamente rinviare gli appuntamenti previsti. I bene informati dicono che gli stessi service avevano rinunciato a partecipare al bando, andato poi deserto, in quanto gli uffici proponevano una cifra talmente bassa che a malapena si sarebbe potuto allestire una sola delle varie strutture previste. Rumors di corridoio parlano di 120 Mila euro per tutto il pacchetto: impossibile, quindi, montare e gestire il mega palco di San Giusto, quello di piazza Verdi e tutti gli altri nei rioni rimanendo sotto quella cifra.
Per intanto qualche domanda sporge spontanea, tipo:
1) questo porterà ad un aumento dei costi per l’amministrazione?
2) i tempi ristretti consentono di predisporre tutto l’iter burocratico in maniera tale da coprire con ogni garanzia le ditte e i lavoratori?
3) Sono già stati stipulati regolari contratti con le ditte ingaggiate per gli allestimenti all’ultimo minuto ? (in piazza verdi hanno già allestito tutto ad esempio).
4) Quali saranno alla fine i soggetti incaricati di allestire queste strutture ? (in merito a quest’ultima domanda qualcuno su twitter ha già fatto qualche nome).
Aspettando le risposte a questi quesiti, prepariamoci a fare i conti per vedere se e quanto ci verrà a costare di più questa gestione fino a qui non proprio impeccabile di una delle più importanti manifestazioni dell’estate.
Clicca qui per precedente articolo sul caso.

About these ads

I commenti sono chiusi.