Capo grillino attacca il Bollettino, che risponde sui silenzi su nonno Miracco, sul duo Bucci-Camber e sulla Presidente del porto.


Certo, niente di personale, ma la stizza con la quale il vertice grillino ha inteso reagire al nostro articolo su nonno Miracco (link sotto) e sul suo contratto da consulente del Comune per 36mila Euro merita una replica. A noi è sembrato semplicemente originale che i proseliti di Grillo, per loro ragione sociale severi fustigatori dei costumi della politica, non avessero dedicato neanche un nanosecondo del loro tempo ad approfondire un fatto che fa gridare vendetta al cielo: in epoca di spending review e di sacrifici il Comune assolda un 72enne, non residente a Trieste e già portavoce del presidente veneto Galan, per affidargli un incarico all’interno di un’area – quella della cultura – dove da mesi non c’è neanche uno straccio di assessore. Menis, capogruppo grillino in Comune, ci fa notare che  loro sono contro i doppi incarichi e si accanisce su Camber e Bucci, che sono consiglieri sia in Comune che in Regione. Ora, al bravo Menis segnaliamo che pure nonno Miracco rientra nella categoria da interdire, quella dei doppi incarichi, essendo egli già consulente pagato del Ministero e che, a differenza di Camber e Bucci, non è stato eletto da nessuno. Quindi, che facciamo? Due pesi e due misure: nonno Miracco che si becca la dupla consulenza tutto ok, mentre Bucci e Camber eletti democraticamente in Regione e in Comune sarebbero dei nemici del popolo? Ma sempre Menis, ci accusa di essere vittime delle pressioni anche dei suddetti politici e per questo di non poter parlare della presidente del Porto, Marina Monassi. A parte che della suddetta ne parla con una certa perseveranza già il Piccolo, e pure talvolta con qualche imprecisione (vedi importo della paga sovradimensionato di circa 80mila Euro), ma già che ci siamo parliamone pure, magari prendendo spunto dal Sole24 Ore di martedì 3 luglio dove si dà conto della movimentazione merci nello scalo triestino, che registra un aumento generale dei traffici, dal 50% dei container al 39% dei contenitori T.e.u. Così, giusto per dirne una, poi come sempre le persone sono libere di farsi un’opinione, ma la loro libertà è direttamente proporzionale alle opportunità di informazione presenti sul territorio e di questo, anche gli amici grillini, dovrebbero tenerne debitamente conto, magari rispondendo nel merito delle cose, e non reagendo con la supponenza propria di quella politica che dicono di voler cambiare.

LINK PER ARTICOLI SU NONNO MIRACCO (36mila euri di consulenza)

About these ads

I commenti sono chiusi.